il venezia di zanetti
Rubriche

IL VENEZIA DI ZANETTI 21/22

Dopo ben 19 anni di assenza il Venezia è tornato in serie A, dopo aver vinto i play-off ai danni del Cittadella. Impresa che ha un nome e un cognome, quelli del mister Paolo Zanetti. 38 anni, è considerato uno degli allenatori italiani emergenti più promettenti e i risultati sembrano essere dalla sua parte. Dopo le titubanze iniziali, nella giornata di giovedì’ 3 giugno è arrivata la conferma che sarà ancora lui a guidare il club lagunare in Serie A. La sua squadra si basa sulla difesa a 4, principalmente i due moduli utilizzati sono stati il 4312 e il 433, ma andiamo ad analizzare nel dettaglio:

PORTA:
Il primo colpo della società veneta potrebbe essere in porta, difatti sembra in dirittura d’arrivo la trattativa per Joronen in arrivo dal Brescia. Manenpaa dovrebbe rimanere a fare il suo vice e Pomini il terzo. Occhio però a Vicario e alla pazza idea Gigi Buffon.

DIFESA:

Il pacchetto arretrato dovrebbe ripartire da Ceccaroni che tanto bene ha fatto in Serie B, stakanovista della squadra e autore anche di 3 reti, con sole 4 ammonizioni. Dovrebbe rimanere in rosa anche l’altro centra di difesa Marco Modolo. Sulla fascia destra Pasquale Mazzocchi dovrebbe mantenere il posto da titolare mentre sembrano esserci poche  probabilità di rivedere Ferrarini in arancioneroverde l’anno prossimo. Per la fascia sinistra c’è l’idea Gianluca Frabotta in prestito dalla Juventus.

CENTROCAMPO:

Per quanto riguarda la zona nevralgica del campo si tenterà la conferma di Youssef Maleh, 4 gol e 4 assist per lui, ma tante ottime prestazioni che spingeranno il Venezia a tentare il tutto per tutto per una sua riconferma. Ottima stagione e quindi possibile riconferma per Mattia Aramu, trequartista e anche esterno d’attacco , molto utile a Zanetti vista la sua duttilità, per di più al momento è anche il rigorista della squadra. Già ufficiale invece l’acquisto di Jacopo Dezi dal Parma dopo questa stagione in prestito ai lagunari e l’acquisto di Daan Heymans centrocampista belga classe ’99. Anche qui interessa un giocatore della Juventus, Nicolò Fagioli che potrebbe risultare molto utile alla causa vista la sua capacità di giocare in tutti i ruoli del centrocampo. Interesse per Lucien Agoume, che quest’anno ha avuto la sua prima esperienza in Serie A con lo Spezia.

ATTACCO:

Per quanto riguarda l’attacco, è spesso il reparto dove le neopromosse intervengono maggiormente. Anche in questo caso non mancano le trattative. Torna alla base Sebastiano Esposito dopo aver vissuto sei mesi al Venezia. Al momento la priorià non sembra però quella di riprenderlo. Confermato Francesco Forte che si è conquistato la promozione a suon di gol, ben 13. Ampiamente confermato l’eroe della promonzione Riccardo Bocalon che cercherà con i suoi gol di salvare la sua squadra. Altro attaccante che potrebbe rimanere in rosa e sbocciare è il norvegese Dennis Tørset Johnsen. In entrata si tratta con l’Inter per Pinamonti e per Samuele Mulattieri, reduce da un’esperienza al Volendam, nella serie B olandese, dove ha messo a segno 18 reti ed è sempre viva la suggestione Mario Balotelli.

PROBABILE FORMAZIONE:

Volendo abbozzare un 11 titolare schiereremmo la squadra con un 4312:
Manenpaa (Joronen); Mazzocchi-Ceccaroni-Modolo-Ricci(Frabotta); Dezi/Fiordilino- Maleh-Crnigoj(Fagioli); Aramu/Di Mariano; Forte-Bocalon(Pinamonti);

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sul Fantacalcio? Iscriviti alla nostra Newsletter e seguici sulla nostra pagina Instagram.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!