Interviste Rubriche

A TU PER TU CON ANTONIO CABRINI

Quattro chiacchiere con il “Bell’Antonio” Cabrini, ex difensore della Juventus e campione del mondo con la Nazionale nel 1982.

Un sentito ringraziamento ad Antonio Cabrini per la sua disponibilità e per la piacevole intervista che ci ha rilasciato!

Di seguito si riporta la diretta integrale effettuata sul nostro canale Instagram:

Diretta Instagram tra MDF e Antonio Cabrini in data 11-05-2020

LA CARRIERA

Cresciuto nelle giovanili della Cremonese, dopo aver esordito con i grigiorossi la sua carriera è proseguita tra Atalanta, Juventus e Bologna.
Con i bianconeri ha legato una vera e propria storia d’amore, con cui ha militato dal 1976 al 1989 collezionando 442 presenze e 52 gol. Con la nazionale italiana ha disputato tre Campionati Mondiali (1978, 1982 e 1986) ed un Campionato Europeo (1980).
Insieme a Gaetano Scirea, Antonio Cabrini è stato il primo giocatore ad aver vinto tutte le competizioni Uefa per Club, tutte con la maglia della Juventus.

Nato come Ala, in giovane età venne spostato dietro come terzino sinistro, diventando uno dei difensori più forti della sua generazione. Bravo nei calci spiazzati, è il difensore più prolifico della Nazionale Italiana di calcio, con la quale ha segnato 9 reti in 73 presenze.

LA JUVENTUS

Antonio Cabrini fa il suo esordio con la maglia bianconera il 13 febbraio 1977 durante un Juventus – Lazio. Con Dino Zoff, Claudio Gentile e Gaetano Scirea formò tra gli Anni ’70 e ’80 una delle difese più forti di tutti i tempi. Con i bianconeri vince di tutto e di più: sei Scudetti, due Coppe Italia, una Coppa Uefa, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Uefa, una Coppa dei Campioni ed una Coppa Intercontinentale.

Classificatosi tredicesimo al Pallone D’Oro nel 1978, Antonio Cabrini diventò capitano della Juventus dopo il ritiro di Gaetano Scirea. Chiuderà la carriera da giocatore disputando due stagioni a Bologna.

LA NAZIONALE

Antonio Cabrini fa il suo debutto con la Nazionale italiana in occasione del Mondiale 1978 giocati in Argentina. Alla fine di quella edizione gli Azzurri giunsero quarti ed il terzino sinistro venne premiato come miglior giovane dei Mondiali.

Tuttavia, il terzino bianconero è uno dei protagonisti nel vittorioso Mondiale del 1982 tenutosi in Spagna. Oltre che a segnare un goal contro l’Argentina, in occasione della finale disputata contro la Germania Ovest ha sbagliato il rigore del possibile 1-0. Successivamente ha partecipato anche al Mondiale 1986 in Messico, dove la Nazionale Italiana viene eliminata agli ottavi di finale per mano della Francia.

In totale ha collezionato 73 presenze e 9 reti con gli Azzurri, dieci delle quali da Capitano.

Per l’intervista con Alessandro Altobelli, clicca qui

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!