Pagellone MDF Rubriche

IL PAGELLONE DI MDF – 23ª Giornata

Eccoci al nostro appuntamento del lunedì col Pagellone di MDF, dove andiamo a scoprire il meglio e il peggio dell’ultimo turno di campionato

VOTO 10 – A UNA DOMENICA DA LEONI PER IL FROSINONE

In una partita dove per l’ennesima volta partiva da spacciata, la banda di mister Baroni mette in scena il delitto perfetto: basta infatti un bliz di Ciofani e tanta attenzione in fase difensiva, per strappare la terza vittoria in campionato, la terza lontano dallo Stirpe. Forse sarà retrocessione, ma qualche piccola soddisfazione se la tolgono pure loro.

VOTO 9 – A UN TORO CHE SALVA IL SUO ALLENATORE

Le premesse non erano delle migliori, con il Parma reduce dal pareggio dello Stadium e l’Inter in crisi nera. Poi, dopo il primo tempo col Parma fermato solo dalla traversa, l’Inter esce più convinta ma non sfonda, fino al momento dell’ingresso di Lautaro, che con un gol da vero bomber salva la panchina di Spalletti. Si rivedono anche Nainggolan e Perisic, bene la difesa e il centrocampo. All’appello manca solo Mauro Icardi, ma almeno si è rivista una squadra degna del nome Inter!

VOTO 8 – ALLA RIPARTENZA DELLA JUVE

Sia ben chiaro: nessuno aveva mai parlato di crisi dopo il KO con la Dea e il pari col Parma, ma la Juve reagisce da Juve anche ai piccoli passi falsi. 15 minuti di sofferenza, merito di un bel Sassuolo e poi il dominio con Khedira, il solito Ronaldo e Can che firmano lo 0-3 finale. La Juve è ripartita e l’Atletico è avvisato.

VOTO 7 – AL MILAN TRASCINATO DA UN…PIPA

Se prendiamo le iniziali di Piatek e Paquetà viene fuori proprio il soprannome di una persona che a Milano ormai è stata dimenticata, soprattutto dopo ieri, dove i neo acquisti vanno in gol e trascinano i rossoneri al quarto posto. A sprazzi si rivede anche il vero Calhanoglu che assieme ai soliti Donnarumma, Suso e Bakayoko formano una squadra unita, che concede poco e che vince. Ora sabato la vera prova del nove a Bergamo, in una partita che può sapere di svolta.

VOTO 6 – A ROMA, LAZIO E ATALANTA CHE TENGONO IL PASSO

Un voto in meno al Milan solo perché i rossoneri avevano più pressione, ma anche le altre tre viaggiano a ritmi decisamente convincenti. La dea rischia andando sotto, ma quest’anno se hai un Zapata in squadra il gol prima o poi lo torvi sempre. La Lazio ha il solo demerito di non chiudere una partita largamente controllata e decisa dal bomber di scorta Caicedo. In fine la Roma, che in un colpo solo riappacifica Kolarov col pubblico e annienta un povero Chievo. La lotta per la quarta piazza è più che mai aperta.

VOTO 5 – AI BOMBER DI PROVINCIA

Caputo, Quagliarella, Pavoletti, Inglese e Babacar: tutti a digiuno, al netto delle partite difficili sulla carta, ma dove in passato ci avevano abituato a qualcosa di meglio. Non è assolutamente il caso di criticare la loro stagione, ma per la prima volta rimangono a digiuno tutti in contemporanea. Tranquilli ragazzi, vi aspettiamo la prossima settimana.

VOTO 4 – A UN NAPOLI CHE NON SA PIU’ VINCERE A FIRENZE

La storia dello scudetto in albergo era una battuta, ma adesso c’è veramente qualcosa che tocca: Milik e Mertens si mangiano di ogni e la Fiorentina regge anche in inferiorità numerica per 10 minuti (Pezzella ha giocato da fermo causa infortunio). Lo scudetto ormai è andato, assieme alla Coppa Italia, ma la cosa che preoccupa è che senza i gol delle punte, se si esce anche dall’Europa League si corre il rischio di aver già finito la stagione a Marzo.

VOTO 3 – A CHI DOPO UN ANNO, HA SUBITO GOL DA MATTIA DESTRO

Avere contro al fantacalcio Destro è sempre una garanzia di un 5. Ieri però grazie alla complicità di Radu, qualche fantallenatore ha subito gol dal buon Mattia. Non è una critca ragazzi, ma ci tenevamo a farvi sentire il nostro appoggio in un momento così umiliante.

VOTO 2- ALLA SAMPDORIA IRRICONOSCIBILE DI IERI

Prima partita sbagliata completamente da parecchio tempo a questa parte: squadra con poche idee e poca cattiveria, che subisce gol dall’unica occasione buona del Frosinone. Una giornata veramente storta che può starci, soprattutto per una squadra che comunque sta stupendo anche quest’anno.

VOTO 1 – ALLA SERATA DI CONSIGLI

In occasione del primo gol innesca lui Ronaldo, nel secondo sbaglia l’uscita e nel terzo alza il braccio battezzando fuori il tiro di Can che però si insacca. la Juve domina e vince, ma diciamo che il portiere neroverde, ha passato serate migliori.

VOTO 0 – ALLA PARTITA DEL GIOVEDI’ SERA

Patti chiari e amicizia lunga: evitiamo la storiella del Rugby, visto che i calendari del 6 nazioni si conoscevano da Ottobre. Quella di anticipare al giovedì Lazio-Empoli è l’ennesima svista di una federazione che, per l’ennesima volta inciampa sui fondamentali, quando di soluzioni se ne potevano trovare a decine per garantire un normale svolgimento della gara.

TUTTI I VOTI DELLA 23ª GIORNATA

 

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!