Pagellone MDF

IL PAGELLONE DI MDF

La Quindicesima giornata di Serie A che si conclude con molti spunti per il futuro, con tante delusioni e con tante sorprese. Ecco i voti del nostro pagellone

VOTO 10 – A Mario Mandzukic, l’ammazza Big

In una partita difficile e complicata, in un match non scontato, in una serata in cui Ronaldo è umano, la firma è ancora la sua. Nei momenti che conta Mario c’è sempre: Napoli, Milan, Lazio e ora Inter sono cadute sotto i suoi colpi. Giocatore Fantastico!

VOTO 9 – Al cuore di Cagliari e Sampdoria

Roma e Lazio nel giro di 3 ore cadono nel recupero. Sono due pareggi amarissimi che però oltre ai demeriti romani non devono togliere nulla alla prova delle due provinciali. Cagliari in 9 e Samp trascinata da un immortale Quagliarella: Chapeau!

VOTO 8 – Alla punizione di Bruno Alves

Da un centrale ti puoi aspettare la botta di potenza, ma lui cala un gioiello veramente di altissima fattura. Palla sotto l’incrocio e Parma che riacciuffa il Chievo subito, evitando brutte figure. Se oltre alla leadership, il ragazzo mette anche questi gioielli, rischia di diventare insostenibile.

VOTO 7 – Alla tripletta di uno straripante Zapata

Nei tre gol dell’ex fatti c’è tutto: opportunismo nel primo e nel secondo, mentre c’è grande precisione del terzo. Gasparini oggi ha finalmente visto la punta che voleva, quella che era arrivata anche per i gol che con Petagna e Cornelius erano mancati: bravo Duvan , continua così.

VOTO 6 – Al risveglio del Cholito

Mettiamo in chiaro che quel gol probabilmente lo avrebbe fatto qualsiasi membro del nostro staff, però pesa tantissimo. Perché seppur banale tiene in corsa la Viola, che agguanta poi il pari alla fine. A tratti lotta e si sacrifica, vero che una rondine non fa primavera, ma oggi si è intravisto il Cholito che conosciamo noi.

VOTO 5 – Alla chance gettata dal Milan

È proprio un’occasione buttata. Con Lazio e Roma che hanno pareggiato il giorno prima , i rossoneri si fanno bloccare dal Torino in casa con una prova sottotono, con Higuain e Suso non in serata e con Cutrone che si mangia l’1-0. Se capiteranno altre di queste occasioni sarà meglio approfittarne, se no si rischiano le figuracce alla fine dell’anno.

VOTO 4 – All’espulsione di Milenkovic

Un minuto di silenzio per tutti i fantallenatori che lo avevano. Partita già sottotono di suo, poi il rosso, arrivato dopo un’ammonizione per un fallo di Veretout dove nemmeno lui protesta. Va bene essere giovani e l’inesperienza, ma queste leggerezze vanno assolutamente evitate.

VOTO 3 – A un sergente irriconoscibile

AAA Cercasi il vero Milinkovic! Veramente, sembra il gemello diverso di quello dello scorso anno e veramente sembra abbia la testa altrove. Ance i tifosi laziali stanno per perdere la pazienza definitivamente (tra l’altro è comparso sui social uno striscione che lo offendeva). Dopo la partitaccia di sabato, non sono più ammessi errori.

VOTO 2 – Al piccolo Bologna di Inzaghi

Altro KO, altra partita sottotono, altra mazzata contro una diretta rivale. Ormai il Bologna se non cambia guida tecnica rischia di sprofondare nell’abisso. Inzaghi forse ha già le ore contate e Martedì si gioca l’ultima chance di resistere sulla panchina, col destino che gli ha riservato proprio il suo Milan.

VOTO 1 – Al palo di Gagliardini

Coi se e coi ma non si va mai lontano, però quel palo poteva veramente cambiare le cose. Forse anche sfortuna perché quel pallone finisce sui piedi di uno che il gol non lo ha proprio nel DNA, ma con Szczesny quasi a terra e col primo palo libero: forse era veramente più difficile prendere il palo di segnare. Errori che pesano, perché poi la Juve dall’altra parte non sbaglia

VOTO 0 – Alla pessima gestione del finale di Cagliari-Roma di Di Francesco

Gli ultimi minuti di Cagliari-Roma sono da prendere come esempio per come non si gestisce un finale di partita. In 11vs9 prendere un gol su un lancio lungo a difesa schierata, veramente non si vede neanche nei pulcini di una scuola calcio di paese. Poi cambi senza senso, con Pastore falso nueve e Pellegrini Luca esterno alto: Eusebio, ma veramente a cosa stavi pensando in quel folle ultimo quarto d’ora?

TUTTI I VOTI DELLA 15ª GIORNATA

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!